Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Controlli incrociati con la banca dati: per i trasgressori scatterà la denucia

ABBONAMENTI DEL BUS FALSI, TOLLERANZA ZERO DELL'ACTT

In aumento i giovani con tessere con il codice contraffatto


TREVISO - Troppi abbonamenti degli autobus falsi, l'Actt adotta la linea dura. La società di trasporto pubblico di Treviso intensificherà i controlli: la verifica avverrà a campione direttamente a bordo incrociando i dati riportati sul titolo di viaggio con quelli della banca dati del servizio abbonamenti dell’azienda. A differenza di come avveniva con il semplice controllo visivo dell’abbonamento, l’addetto alla verifica si collegherà telefonicamente con il servizio abbonamenti per chiedere la corrispondenza dei dati anagrafici del possessore dell’abbonamento e la scadenza del titolo. Se l’abbonamento risulterà falso o manomesso, per il possessore scatterà la denuncia all’autorità giudiziaria per truffa e contraffazione. Lo stesso Direttore della società, Giacomo Colladon, ha annunciato che non vi sarà più alcuna tolleranza nei confronti dei possessori di falsi abbonamenti e che l’azienda presenterà denuncia querela per ogni caso segnalato indipendentemente dal fatto che i trasgressori siano maggiorenni o minorenni. Numerosi, infatti, sono stati i casi segnalati dai controllori negli ultimi mesi: si tratta, per lo più, di studenti. Sempre lo stesso il modus operandi: è stato accertato che è prassi diffusa tra gli studenti, fotocopiare il numero ed il codice di un abbonamento in corso di validità di un “amico compiacente” ed incollarlo sul proprio scaduto. A tal proposito la Direzione precisa che «Incorre in un reato non solo chi è autore di una contraffazione ma anche chi utilizza il contrassegno falso o presta il proprio per consentire ad altri la falsificazione». Trattandosi soprattutto di autori minorenni, fino ad ora l’azienda di trasporto pubblico locale aveva sempre agito con particolare cautela limitandosi al ritiro del’abbonamento e ad informare i genitori. Dato l’intensificarsi degli episodi, dai prossimi giorni scatterà in ogni caso la denuncia penale. Si segnala che i casi si sono verificati per lo più a bordo degli autobus ACTT ma che, nei giorni scorsi, ciò si è verificato anche a bordo di un autobus della società CTM s.p.a. di Castelfranco Veneto e Lamarca di Treviso.