Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/243: IN AUSTRALIA LA COPPA DEL MONDO A SQUADRE

Vince il Belgio, sesta la coppia azzurra Pavan - Paratore


MELBOURNE - Ancora nel clamore del trionfo di Francesco Molinari alla Race To Dubai, i giocatori azzurri sono chiamati a un altro importante appuntamento. A Melbourne, si gioca la 59ª edizione della Isps Handa Melbourne World Cup of Golf, la Coppa del Mondo a squadre che ha luogo al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/242: SENZA SOSTA, L'EUROPEAN TOUR RIPARTE DA HONG KONG

La prima tappa della nuova stagione all'anglo-indiano Aaron Rai


HONG KONG - Ancora in aria il fragore per il successo di Francesco Molinari, l’European Tour riparte subito per la nuova stagione 2019, come di consueto in anticipo sull’anno solare. Riprende appena una settimana dopo la conclusione del precedente torneo a Dubai, dove Francesco Molinari...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/241: MOLINARI NUMERO UNO IN EUROPA

A Dubai conclusa la stagione del circuito continentale


DUBAI - Sul percorso dello Jumeirah Golf Estates, a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, si gioca l’ultima gara stagionale, il DP World Tour Championship, che va a concludere la “Race to Dubai”, con un montepremi di otto milioni di dollari. Sono ammessi i primi sessanta della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il gip scioglierà la riserva in merito alla misura cautelare per Bruno Magri

OMICIDIO DI VIA GHIRADA: OGGI SI DECIDE SE INCARCERARE BRUNO

Tutto dipenderà dalla relazione dei medici del Ca' Foncello


TREVISO - (gp) Verrà sciolta quest'oggi la riserva in merito alla misura cautelare di Bruno Magri, lo studente 21enne finito in manette per aver ucciso il padre a coltellate nel loro appartamento di via Ghirada. Il gip Silvio Maras, dopo aver ricevuto la relazione dei medici dell'ospedale Ca' Foncello dove il giovane è piantonato da giovedì scorso, deciderà se il giovane sia compatibile o meno con la detenzione in carcere o se debba rimanere ancora sotto lo stretto controllo dei sanitari. Non sarebbe uno scandalo se venisse scelta una terza opzione: quella degli arresti domiciliari in attesa di giudizio sotto la supervisione dei servizi sociali, anche se sembra una strada difficilmente percorribile. Sicuramente sarebbe l'ipotesi preferita da Paula De Waal, che potrebbe così stare vicino al figlio e aiutarlo a uscire, dal punto di vista emotivo, da questa terribile situazione. Ipotesi, certo, tra le quali il gip ne sceglierà soltanto una, forse la più probabile: il trasferimento di Bruno nel carcere di Santa Bona.