Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Collocati a 113 investitori di alto profilo, di cui il 40% all'estero

A RUBA I BOND DI VENETO BANCA: RACCOLTI 400 MILIONI IN DUE ORE

Richieste per 620 milioni per l'obbligazione emessa dall'istituto


MONTEBELLUNA - Veneto Banca chiama e i mercati rispondono. Il bond a 2 anni e mezzo lanciato dall’istituto ha incontrato il favore di 113 investitori di alto profilo, il 40% dei quali esteri, permettendo di raccogliere 400 milioni di euro in poco più di due ore. La domanda è stata nettamente superiore al collocato, arrivando a toccare ordini per 620 milioni. L’obbligazione, con scadenza al 31 luglio 2015, offre una cedola fissa annuale del 4%. “Siamo molto soddisfatti dell’operazione – commenta l’amministratore delegato Vincenzo Consoli –, perché dimostra ancora una volta quale sia l’interesse di importanti banche e fund manager italiani ed europei nei confronti del nostro istituto. Gli operatori internazionali ci confermano la loro fiducia, tanto da continuare a investire nella nostra bella banca popolare nonostante lo scenario economico italiano dalle prospettive incerte”. L’operazione è stata curata dall’Istituto in collaborazione con Banca Imi, Deutsche Bank e Natixis.