Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il candidato sindaco del Pd lancia la proposta per evitare i tagli ai Lea

TAGLI ALL'ULSS 9, MANILDO APRE AGLI AMBULATORI DI QUARTIERE

"L'assistenza sanitaria sarebbe più vicina e appropriata"


TREVISO - Il taglio di 20 milioni di euro previsto dalla Regione per i Lea, i livelli essenziali di assistenza, costringeranno l’azienda socio sanitaria trevigiana Ulss 9 a razionalizzare l’erogazione dei servizi assistenziali. Diventa così fondamentale, secondo le dichiarazioni rilasciate ieri dal nuovo direttore generale Giorgio Roberti, migliorare i il rapporto tra cittadini e medici di base. Ed è sulla base di queste nuove esigenze che il candidato sindaco del Partito Democratico di Treviso, Giovanni Manildo, lancia una proposta: attivare gli ambulatori di quartiere. “I tagli ai livelli assistenziali di assistenza porteranno a un ripensamento della gestione della sanità trevigiana. Puntare sugli ambulatori di quartiere produrrebbe dei benefici tangibili per tutta la comunità”, annuncia Manildo. La proposta del candidato sindaco vede l’attivazione di queste strutture associative attraverso l’utilizzo di quei centri civici che oggi restano praticamente inutilizzati: “Un’iniziativa di questo tipo coniuga bene il tema della prevenzione con quello del risparmio dei costi – sostiene il candidato sindaco – Senza contare che attraverso la gestione territoriale degli ambulatori molti quartieri verranno valorizzati”. Secondo Manildo a beneficiare della medicina di prossimità sarebbe l’intera comunità trevigiana e in particolare la popolazione anziana che potrebbe contare su strutture garantite e vicine alla propria residenza: “Con gli ambulatori di quartiere l’assistenza sanitaria si fa più vicina e più appropriata alle necessità dell’utenza. In particolare a trarne beneficio saranno gli anziani – sottolinea Manildo – per i quali i lunghi spostamenti diventano, com’è noto, complicati”. Tra le ricadute positive anche lo sfollamento dei Pronto soccorso, notoriamente intasati: “A questi centri di assistenza accederanno solo le urgenze reali, mentre gli altri casi potranno essere gestiti dagli ambulatori di quartiere”, ha concluso il candidato del Pd.