Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il gip Silvio Maras conferma la misura cautelare per il 34enne

TENTATO OMICIDIO: ANDREA LORO RIMANE DIETRO LE SBARRE

La moglie Matilde Ardia migliora: ne avrà per altri trenta giorni


LORIA – (gp) Rimane in carcere Andrea Loro, il 34enne di Loria che la notte del 17 gennaio scorso ha tentato di uccidere la moglie, la 30enne Matilde Ardia, prima strangolandola e poi, simulando un incidente, dando fuoco all'auto. Il gip Silvio Maras ha sciolto la riserva rigettando le richieste dell'avvocato Lorenza Secoli, legale di Loro, e decretando che l'uomo deve rimanere dietro le sbarre. A spingere il giudice a prendere questa decisione non solo la gravità dei fatti contestati, ma anche il parere del pm Valeria Sanzari che si era espressa negativamente in merito a una modifica della custodia cautelare. “Non avevo intenzione di ucciderla, volevo soltanto darle una lezione. Con la tanica di benzina volevo soltanto spaventarla. Non so cosa mi è preso”. In sintesi queste sono state le parole pronunciate dall'uomo in sede di interrogatorio di convalida dell'arresto. Parole che non sono bastate a farlo uscire di galera. La moglie nel frattempo migliora anche se rimane ricoverata nel reparto Grandi Ustionati dell'ospedale di Padova. Ne avrà per almeno 30 giorni e, dopo il fatto, è costantemente seguita da uno psicologo che la sta aiutando a superare lo choc motivo subito dal tentato omicidio.