Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'ufficio, annesso al municipio, era già stato visitato dai ladri a marzo

COLPO DA 15MILA EURO ALLE POSTE DI GIAVERA

Divelte inferiata di una finestra e cassaforte con una fiamma ossidrica


GIAVERA - Nuovo colpo alle Poste di Giavera del Montello. Nella notte tra venerdì e sabato, i ladri hanno svaligiato l'ufficio postale della cittadina montelliana, portandosi via un bottino intorno ai 15 mila euro. La banda è penetrata nel cortiletto sul retro del Municipio, che si trova nello stesso edificio dell'agenzia postale. Con una fiamma ossidrica ha tagliato le sbarre della finestra della piccola camera blindata. Una volta all'interno i malviventi, con la stessa apparecchiatura, hanno forzato la cassaforte, arraffando tutti i depositi dei giorni precedenti. I ladri potrebbero aver fatto scattare una prima volta a vuoto l'allarme, intorno a mezzanotte, per poi ritornare più tardi e poter lavorare in tranquillità, come spiega la tenente Eleonora Spadati, comandante dei Carabinieri di Montebelluna, che stanno compiendo le indagini. La filiale delle Poste di Giavera aveva già subito un furto, alla fine dello scorso marzo: in quel frangente, per entrare, i criminali avevano sfondato a colpi di mazza e piccone una parete, per poi dedicarsi alla cassaforte.