Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Padernello, potrebbero essere collegati ai recenti furti avvenuti in zona

CON UN RADIO-SCANNER IN AUTO DENUNCIATI DUE FRATELLI ROMENI

L'apparecchio era sintonizzato sulle frequenze delle forze dell'ordine


PAESE - In macchina, collegato all'autoradio, avevano un apparecchio ricetrasmittente sintonizzato sulle frequenze usate dalle forze dell'ordine. Il sospetto è che possano essere coinvolti nei numerosi furti messi a segno negli ultimi tempi a Paese e dintorni. I Carabinieri hanno fermato mercoledì, nel tardo pomeriggio, nei pressi di Padernello, una Passat Volkswagen blu, con targa romena: ad insospettire i militari, il fatto che l'auto si aggirasse in una zona di campagna, a quell'ora già ben poco illuminata e che alla vista della pattuglia abbia cercato di svicolare. A bordo due fratelli romeni: il più giovane I. S., 26 anni, residente a Paese, è operaio in una ditta del posto, l'altro, E. S, 41enne, è giunto in Italia da pochissimi giorni, ospite del parente. A loro carico nessun precedente. Gli uomini dell'Arma hanno subito notato lo scanner e la relativa lunga antenna, che i due avevano inutilmente cercato di nascondere sotto i giubbotti. Gli stranieri si sono giustificati, dicendo di aver acquistato la strumentazione nel loro paese natale, con l'intento di ascoltare le conversazioni dei camionisti di passaggio. I Carabinieri però sono convinti che fossero molto più interessati alle comunicazioni delle forze dell'ordine: hanno sequestrato l'apparecchio illegale e denunciato i due fratelli.

Galleria fotograficaGalleria fotografica