Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Dopo il colpo ad Altivole la fuga in Golf, trovata in fiamme a Paese

RAPINATO DA UN COMMANDO DI BANDITI LO "SPAK MARKET"

Erano in cinque, armati e travisati, bottino di 2800 euro


ALTIVOLE - Una banda di rapinatori, composta da cinque banditi, ha assaltato nel tardo pomeriggio di oggi lo "Spak market" di via Kennedy, a Caselle d'Altivole. I malviventi che si sono poi dileguati a bordo di un'auto, erano tutti armati di pistole e con il viso nascosto da un passamontagna: il bottino ammonta a 2800 euro. A penetrare all'interno del market, poco dopo le 18, sono stati solo tre dei rapinatori; un altro faceva da palo ed un quinto attendeva probabilmente in auto. I banditi hanno puntato la pistola contro una cassiera, facendosi consegnare l'incasso, ma anche contro due dei numerosi clienti (uno dei quali preso in ostaggio nel parcheggio del market) che si trovavano all'interno al momento del blitz. Poi la banda è fuggita con una Golf trovata dai Carabinieri incendiata a Paese in via dell'Aeroporto. Secondo un testimone i malviventi parlavano in italiano, con un forte accento veneto.