Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/220: BROOKS KOEPKA FA IL BIS ALL'US OPEN

Il terribile campo di Shinnecock Hills fa strage di big


TREVISO - Risale al 1891 la storia di questo percorso che nasce a 12 buche, alle porte di New York. Seguirono le altre 6 nel 1895, poi subì modifiche nel 1920, per essere completato nel 1931. Oggi il percorso è un par 70 di ben 6.808 metri. Da sempre considerato tra i più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/219: DAI CONTI CORRENTI AL GREEN, LA SFIDA DEI BANCARI

A Ca' della Nave il torneo tra gli istituti di credito europei


MARTELLAGO - Patrocinato dalla Federazione Italiana Golf, c’è stato, al Circolo del Golf di Cà della Nave, l’incontro di Golf interbancario, tra i dipendenti degli istituti di credito d’Europa, il 17esimo, che ha impegnato il Club ospitante per cinque giornate. Si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/218: UN GRANDE MOLINARI INFIAMMA L'OPEN D'ITALIA

La vittoria finale, però, va per un colpo al danese Olesen


SOLANO DEL LAGO (BS) - Eccoci arrivati all’Open d’Italia, il tanto atteso appuntamento, il maggiore del Golf italiano. Prologo domenica 27, in piazza Malvezzi e sul lungolago Cesare Battisti a Desenzano, era festa grande a Soiano del Lago: entusiasmo, curiosità, musica e...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

L'appello di Cgil, Cisl e Uil: "Anche gli altri facciano così"

I SINDACATI DANNO I VOTI AI COMUNI SU TASSE E TARIFFE

Promosso chi ha scelto aliquote progressive in base al reddito


TREVISO - Applicare tasse locali e tariffe in maniera più equa è possibile. Lo ribadiscono i sindacati trevigiani: Cgil, Cisl e Uil hanno individuato alcuni Comuni “virtuosi”. Sull'Imu, ad esempio, “promossi” Castello di Godego e Segusino, che hanno ridotto l'aliquota prima casa rispettivamente allo 0,35 e allo 0,30%, ma anche Villorba, che pur mantenendo il parametro invariato, ha alzato la detrazione a 250 euro. Riguardo all'addizionale Irpef, invece, i confederali evidenziano la scelta seguita da 18 amministrazioni di prevedere una soglia di esenzione e aliquote differenziate in base al redditto. Unica a comparire in entrambe le liste è Villorba.

I sindacati ora chiederanno anche agli altri comuni di attuare queste buone pratiche, tramite l'Associazione comuni della Marca e nei consueti incontri per la contrattazione sociale, come spiega Franco Lorenzon, segretario provinciale della Cisl.  Cgil, Cisl e Uil invitano gli enti locali a rafforzare l'uso di indicatori di ricchezza come l'Isee per stabilire gli importi dei servizi e - afferma Giacomo Vendrame, leader della Cgil trevigiana - sollecitano una maggiore uniformità sul territorio rispetto alle tariffe per evitare sperequazioni tra cittadini di aree distanti pochi chilometri le une dalle altre.