Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A processo per tentata estorsione a sfondo sessuale un 27enne pugliese

STRIP IN WEBCAM CON RICATTO: "500 EURO O PUBBLICO I VIDEO"

Vittima, e protagonista dei frame a luci rosse, una 26enne trevigiana


TREVISO – (gp) Si spoglia davanti alla webcam assecondando le richieste di quell'amico conosciuto in rete, e a sua volta esprimeva qualche desiderio che lui prontamente avrebbe esaudito. Ma quegli incontri a luci rosse in rete le si sono ritorti contro. “Ho registrato le tue esibizioni hard – le avrebbe detto l'amante virtuale – Se non mi dai 500 euro pubblico tutti i video su YouTube”. In un attimo alla giovane e avvenente trevigiana è crollato il mondo addosso, sentendosi violata e umiliata. Ma la rabbia ha prevalso, tanto da spingerla a denunciare tutto alle forze dell'ordine. Quel gesto ha permesso di risalire all'identità del presunto sexy ricattatore e di mandarlo di fronte a un giudice. Alla sbarra per rispondere di tentata estorsione a sfondo sessuale è finito un 27enne di San Nicando Garganico in provincia di Foggia. L'uomo dovrà tornare in aula il prossimo 4 ottobre, giorno in cui verranno ascoltati i testimoni di accusa e difesa, oltre alla vittima, che non ha ancora deciso se costituirsi parte civile per chiedere un risarcimento danni per quanto avrebbe subìto.