Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Le due donne erano finite alla sbarra per ingiurie e atti persecutori

LITI E DISPETTI TRA VICINE DI CASA: IN AULA ASSOLTE MADRE E FIGLIA

Accolte le tesi difensive dell'avv. Ivana Taschin: il fatto non sussiste


SAN ZENONE DEGLI EZZELINI – (gp) Non era la prima volta e non sarà nemmeno l'ultima che una lite di condominio finisce in un'aula di tribunale. Alla sbarra con le accuse a vario titolo di ingiurie e atti persecutori (l'odierno stalking) erano finite madre e figlia di 47 e 22 anni. Il giudice Marco Biagetti, analizzati gli atti, ha accolto le tesi difensive dell'avvocato Ivana Taschin e ha assolto entrambe le imputate con formula piena perchè il fatto non sussiste. In un condominio di San Zenone degli Ezzelini le due, stando a quanto sostenuto dalla Procura di Treviso (e dalla presunta vittima che aveva sporto querela), avrebbero offeso, minacciato e danneggiato l'appartamento di una loro vicina. Le due donne, in base alle ricostruzioni, avrebbero reso la vita difficile alla condomina dal 14 giugno 2009 al primo agosto dello stesso anno per motivi rimasti tuttora ignoti al tribunale, circostanza che non ha di certo deposto a favore dell'accusa che alla fine è venuta a cadere. I testimoni chiamati a deporre nel corso delle varie udienze avevano avuto il compito di mettere il giudice nelle condizioni di capire se si fosse trattato o meno di condotte penalmente perseguibili (oltre che realmente accadute).