Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO-Oderzo, operazione dei carabinieri della tenenza, spaccio in centro storico

COCAINA AD IMPRENDITORI ED AVVOCATI: PUSHER-EDILE IN CELLA

Besim Qefa, 36enne albanese, smerciava cocaina e marijuana


ODERZO - Imprenditore edile, insospettabile, da anni in Italia e senza precedenti penali alle spalle. Sotto questa facciata di cittadino “per bene” si nascondeva però un esperto spacciatore che riforniva di cocaina e marijuana la zona di Oderzo. Tra i suoi clienti ci sono operai, studenti, imprenditori, perfino un avvocato. Besim Qefa, 36enne albanese, si trova da qualche settimana rinchiuso nel carcere di Santa Bona: ad arrestarlo sono stati i carabinieri che da tempo ne seguivano i movimenti. L'uomo smerciava droga nelle zone più centrali di Oderzo, in particolare piazza Grande ed il parco Stella. I militari sono arrivati ad incastrarlo dopo aver arrestato precedentemente uno spacciatore, un carpentiere 28enne che si riforniva proprio dall'imprenditore edile: al giovane vennero sequestrati due panetti di marijuana dal peso di 230 grammi in tutto. Il 28enne disse di aver acquistato “a credito” la droga e si aprì dunque una nuova pista, quella che ha portato gli investigatori all'albanese. All'interno dell'abitazione di Besim Qefa i carabinieri hanno ritrovato 431 grammi di marijuana e 60 grammi di cocaina. In tutto sono una ventina i clienti dello straniero: per tutti scatterà una segnalazione alla Prefettura. L'arrestato è stato denunciato anche per spendita di denaro falso: in tasca aveva infatti 150 euro in banconote contraffatte.

Galleria fotograficaGalleria fotografica