Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In aula per rapina e lesioni il 25enne Aziz Qazbour e il 31enne Abderrazak El Zairi

"SIAMO PENTITI": GLI AGGRESSORI RISARCIRANNO CARMELO MEROTTO

L'81enne di Farra di Soligo era stato picchiato e rapinato in casa


FARRA DI SOLIGO – (gp) “Siamo pentiti e vogliamo risarcire Carmelo Merotto”. Queste le intenzioni del 25enne Aziz Qazbour e del 31enne Abderrazak El Zairi, i due marocchini che lo scorso 23 dicembre picchiarono e derubarono l'81enne di Farra di Soligo nella sua casa di via Posmon. Difesi rispettivamente dagli avvocati Alessandra Nava e Jenny Lo Presti, i due imputati sono comparsi di fronte al collegio dei giudici del tribunale di Treviso per essere processati per direttissima. A fronte della volontà di risarcire il danno, i due hanno ottenuto un rinvio dell'udienza proprio per versare la somma alla vittima. Torneranno in aula il prossimo 28 febbraio, giorno in cui verrà pronunciata la sentenza: con ogni probabilità entrambi opteranno per un rito alternativo usufruendo quindi dello sconto di pena. Chiamati a rispondere dei reati di rapina e lesioni personali in concorso, i due si erano incolpati a vicenda nel corso dell'interrogatorio di convalida dell'arresto: entrambi avevano ammesso di essere entrati nella casa di Merotto e ognuno aveva accusato il complice di aver alzato le mani contro l'anziano. Quella sera a salvare Merotto dalla furia dei due marocchini era stata una vicina di casa la quale, sentendo le urla e i lamenti dell'81enne, aveva chiamato i carabinieri.