Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il giudice ha accolto il patteggiamento di un 36enne trevigiano

SCHIAFFI ALLA COMPAGNA: 10 MESI PER MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA

L'uomo alla sbarra anche per il mancato versamento degli alimenti


TREVISO – (gp) Prima la separazione, poi il ritorno insieme. E nel mezzo una lunga serie di litigate per i motivi più diversi. Dalle parole non si era mai passati alle mani però, tranne una volta. Ma è bastato per mandare un 36enne trevigiano a processo non solo per maltrattamenti in famiglia, ma anche per non aver versato l'assegno di mantenimento all'ormai non più ex compagna. Comparso davanti al gup Silvio Maras, anche se la querela era stata ritirata dalla donna, il 36enne ha patteggiato dieci mesi di reclusione ottenendo la sospensione condizionale della pena. Difficile anche per gli inquirenti stabilire quando il loro rapporto si fosse incrinato. Molto più facile è stato invece circoscrivere l'episodio più grave grazie al certificato medico che la donna aveva fornito dopo essersi fatta medicare in pronto soccorso per i due schiaffi che l'avevano raggiunta all'occhio sinistro. I sanitari non avevano fortunatamente riscontrato danni gravi alla vista, e la prognosi era stata quantificata in meno di 5 giorni. Ma com'è d'obbligo in questi casi la vittima di violenza domestica ha sporto denuncia per quanto subìto, e anche se in un secondo momento il rapporto con l'ex compagno si è ristabilito, l'iter processuale è proseguito fino alla sentenza di condanna.