Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Operazione eseguita della Guardia di Finanza di Castelfranco Veneto

CASALINGHI E BIGIOTTERIA: SOTTO SEQUESTRO 1.200 PRODOTTI NOCIVI

Nel mirino un imprenditore cinese, già noto per irregolarità simili


CASTELFRANCO VENETO – (gp) La Guardia di Finanza di Castelfranco Veneto ha posto sotto sequestro 1.224 articoli di bigiotteria, prodotto per la casa e per la persona, ferramenta, portafogli e oggetti decorativi vari, tutti di fabbricazioni cinese, non conformi alle direttive della Comunità Europea e del Codice del Consumo nazionale. Il negozio, i cui prodotti sono stati ritirati dal mercato, è di proprietà di un imprenditore cinese finito più volte nel mirino delle fiamme gialle sempre per irregolarità legate al mancato rispetto dei requisiti minimi di sicurezza. L'emporio, situato in una zona molto trafficata della città, disponeva anche di un'ampia zona espositiva in cui venivano commercializzati i prodotti. La Guardia di Finanza ha scoperto che nell'esercizio commerciale si trovava merce di diversa natura fabbricata con sostanze potenzialmente nocive e senza le istruzioni d'uso.


Galleria fotograficaGalleria fotografica