Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/197: IL RITORNO DI TOGER WOODS

Il campione di nuovo sul green nel "Torneo degli eroi"


NASSAU - Un evento atteso, e da molti auspicato: il fuoriclasse Tiger Woods 41enne di Cypress (California), si rimette in gioco. È sceso in campo dal 30 novembre al 3 dicembre all’Albany Golf Course (par 72) di Nassau, a New Providence sulle isole Bahamas, praticamente a casa sua,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/196: AD ALICANTE LA SFIDA ITALIA - SPAGNA DEI GIORNALISTI

Vincono gli iberici, ma è festa per tutti


ALICANTE (SPA) - Ad Alicante, il match “Periodistas España-Italia”, la tradizionale sfida dei giornalisti spagnoli nostri antagonisti, in un clima di grande amicizia. È il più cordiale e allegro tra gli incontri internazionali che nella stagione vede i giornalisti...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/195: A DUBAI IL GRAN FINALE DELL'EUROPEAN TOUR

Rahm vince il torneo, classifica generale a Fleetwood


DUBAI - Con la disputa del DP World Tour Championship Dubai (16-19 novembre), è terminata al Jumeirah Golf Estates (Par 72), la stagione dell’European Tour cui hanno partecipato i primi sessanta classificati nell’ordine di merito della "Race To Dubai". Unico italiano in gara...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'incontro azienda - sindacati: trattativa aggiornata a lunedì

QUASI 500 LAVORATORI A RISCHIO NELL'INDOTTO BENETTON

Sono 87 i laboratori contoterzisti: 48 nella Marca


PONZANO VENETO - Sarebbero circa 500 i posti di lavoratori a rischio nei laboratori legati all'indotto Benetton. Il gruppo di Ponzano ha annunciato la riduzione delle commesse ai contoterzisti. Nell'incontro con i sindacati, l'azienda ha precisato i numeri della rete di ditte collegate: dopo l'interruzione dei contratti con 42 laboratori durante l'anno scorso, allo stato attuale, in Italia, sono 87 le piccole imprese che producono per United colors. Di queste, 80 sono in Veneto e 48 nella Marca. La società avrebbe confermato lo stop dei rapporti con i fornitori di capi di vestiario, mentre verranno mantenuti, almeno in parte, gli ordini a chi realizza accessori. Quello delle ripercussioni occupazionali nell'indotto Benetton è anche uno dei nodi che più preoccupano i sindacati. I confederali chiamano in causa anche le associazioni degli artigiani, per studiare possibili soluzioni comuni. Sugli altri aspetti del piano industriale, a partire dai 228 esuberi annunciati tra i poli trevigiani di Ponzano e Castrette, la trattativa nel merito è stata rinviata al prossimo incontro di lunedì 25 febbraio.