Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

L'intervista all'attrice Laura Curino in scena sabato ad Altivole

LAURA CURINO RACCONTA LA STORIA DI "CAMILLO OLIVETTI. ALLE RADICI DI UN SOGNO"

L'origine della storia di un modello di fabbrica virtuoso


ALTIVOLE - Fabbriche belle e solide, lavoro sinonimo di dignità e non di alienazione, città a misura d’uomo nel rispetto del territorio, tecnologia al servizio della ricerca, dell’innovazione e del benessere.

Sono questi i temi che si ritrovano in Camillo Olivetti. Alle radici di un sogno, lo spettacolo in programma sabato 23 febbraio, alle ore 21, all’Auditorium Comunale di Altivole per il secondo appuntamento di Centorizzonti.

A portarlo in scena Laura Curino, tra i fondatori del teatro di narrazione italiano, che ai nostri microfoni spiega perchè dedicare uno spettacolo alla storia dell’ingegnere di Ivrea che fonda, agli inizi del Novecento, la prima fabbrica italiana di macchine per scrivere.

Con l’ausilio di biografie, interviste e testi letterari, lo spettacolo scritto a quattro mani dalla Curino e dal regista Gabriele Vacis, ricostruisce la storia di Camillo Olivetti, uomo di cultura moderna, dotato di elevate capacità tecnico-scientifiche, e attento alla dimensione dello sviluppo tanto dell'impresa, quanto delle condizioni dei lavoratori.

Laura Curino porta in scena i personaggi che hanno affollato la vita di Olivetti, ma affida la narrazione a due donne, protagoniste silenziose della formazione e realizzazione del sogno olivettiano. La madre, Elvira Sacerdoti, una donna forte che si occuperà da sola dell’educazione del figlio, e la moglie Luisa Revel che fa emergere la personalità anticonformista di Camillo, capace di puntare su un nuovo core business, proprio nel momento in cui la produzione di strumenti elettrici stava decollando, ovvero le macchine da scrivere.

Laura Curino compone così il racconto epico di un’avventura avvincente piena di colpi di scena, prove da superare, lotte, amori ed eroi.

 

Biglietti 13 - 11 euro, disponibili presso gli sportelli del Credito Trevigiano e alla Biblioteca di Altivole.

Con la formula “A teatro in 2 under 25” è possibile accedere a teatro con un unico biglietto a 20 euro, valido per due persone al di sotto dei 25 anni.

E’ disponibile anche uno speciale carnet per 5 spettacoli, di cui tre saranno proposti dall’organizzazione e due a scelta dell’utente, al costo di 53 euro.