Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Pordenone, controllo qualche mese fa a Casarsa, violata privacy dei lavoratori

DIPENDENTI CONTROLLATI VIA GPS DUE DENUNCIATI DAI CARABINIERI

Nei guai il titolare di una ditta di volantinaggio di Treviso


PORDENONE - Controllavano gli spostamenti dei dipendenti attraverso un trasmettitore gps. Un indiano di 34 anni, titolare di un'impresa di volantinaggio con sede a Treviso e un veneziano di 47 anni, proprietario di una ditta che distribuisce i sistemi gps-spia, sono stati entrambi denunciati dai carabinieri di Pordenone per la violazione dello statuto dei lavoratori ed in particolare delle norme che tutelano la privacy ed il controllo a distanza dei lavoratori. Ad avviare l'indagine dei militari, nell'autunno scorso, è stato un controllo eseguito a Casarsa della Delizia nei confronti di alcuni dipendenti indiani che stavano distribuendo volantini pubblicitari. Ad incuriosire i carabinieri era lo strano dispositivo elettronico che gli asiatici avevano alla cintura: loro stessi ignoravano a cosa servisse. Dopo averlo analizzato gli investigatori hanno scoperto che si trattava di un gps che permetteva al loro datore di lavoro di localizzarli.