Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La Cna: "Tempi troppo lunghi, le banche non anticipano più le fatture"

LE ULSS NON PAGANO, I FORNITORI CHIEDONO IL PIGNORAMENTO

Primi casi a Venezia e Belluno, nella Marca aziende pronte ad attivarsi


TREVISO - Pignorare i beni delle Ulss che non pagano le forniture. Alcune ditte trevigiane starebbero pensando anche a questa soluzione estrema per ottenere il saldo dei crediti vantati nei confronti delle aziende sanitarie. A rivelarlo, il direttore provinciale della Cna, Giuliano Rosolen. Al momento non ci sarebbero casi riguardo alle tre Ulss della provincia, mentre alcuni creditori si starebbero muovendo nei confronti di un'azienda sanitaria del Veneziano e di una del Bellunese. Se la situazione non si sbloccasse a breve, anche i colleghi della Marca potrebbero imitarli. Per far fronte alle lungaggini dei pagamenti nella Pubblica amministrazione e nella sanità in particolare, è stata anche stipulata un'apposita convenzione con un gruppo di banche, per anticipare le fatture ai fornitori. I tempi, però, spiega il dirigente della Cna, si sono nel frattempo tanto allungati, che, nonostante la certificazione, le stesse banche non accettano più di farsi carico del credito. E così ad artigiani, commercianti e piccoli imprenditori, per ottenere il dovuto, non resta che chiedere il pignoramento.