Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

VIDEO Treviso, un biglietto con la lista degli obiettivi, gli ultimi a Zelarino e San Biagio

CLONAVANO I POSTAMAT: IN CELLA

Le volanti fermano due moldavi, sequestrati 5mila euro e 50 schede


TREVISO - Due moldavi di 40 e 38 anni, Eughenie Cerga e Sergiu Dudca, entrambi residenti a Padova, sono stati arrestati domenica dalla squadra volanti della polizia per clonazione ed utilizzo di tessere bancomat. I due stranieri, fermati per un normale controllo, sono stati trovati in possesso di 50 tessere clonate, con tanto di pin scritto a penna, 5200 euro in contanti e tutta l'apparecchiatura per trafugare i codici dai Postamat, gli unici sportelli che finora la banda avrebbe assaltato. Rinvenuto dai poliziotti all'interno dell'auto degli stranieri un lettore di tessere skimmer, una microcamera per riprendere la tastiera e poter avere così a disposizione i codici pin degli utenti, una piccola memoria sim in cui immagazzinare i dati, gli attrezzi per effettuare le "installazioni" (colla, tenaglie, ecc.). Ad essere colpiti sarebbero solamente gli sportelli di Poste Italiane: in un foglio che è stato sequestrato ai due uomini c'erano ben sette indirizzi di Postamat del trevigiano, altri due a Mogliano ed uno a Zelarino. Nel navigatore satellitare utilizzato sono indicati gli indirizzi di alcuni Postamat già manomessi: gli ultimi due della lista sono gli sportelli di Zelarino e San Biagio di Callalta. I clonatori, ora in carcere a Santa Bona, avrebbero studiato gli obiettivi da colpire tra i più vulnerabili, spesso non dotati di telecamere di videosorveglianza.

Galleria fotograficaGalleria fotografica