Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Due amici di 20 e 19 anni dal giudice per spaccio di sostanze stupefacenti

PUSHER PER PAGARSI IL VIAGGIO IN AUSTRALIA: 2 ANNI E MEZZO A TESTA

Sospesa la pena detentiva ma pagheranno una multa di 12 mila euro


MONASTIER – (gp) Sognavano di cambiare vita e di volare in Australia, e per mettere da parte il denaro necessario per pagarsi il biglietto aereo si erano trasformati in pusher di marijuana. Finiti di fronte al gup Elena Rossi per rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacenti, due operai di 19 e 20 anni hanno ottenuto un patteggiamento allargato (avendo meno di 21 anni) a due anni e sei mesi il primo, e a due anni, cinque mesi e 10 giorni il secondo. Per entrambi è stata disposta la sospensione condizionale della pena detentiva, ma non per quella pecuniaria: tutt'e due dovranno sborsare 12 mila di multa a testa. I due pusher improvvisati erano stati arrestati dai carabinieri di San Biagio di Callalta nella notte del primo ottobre scorso. Durante un normale controllo i militari decisero di controllare la Volkswagen Golf con a bordo i due giovani. All'interno dell'auto vennero trovati 5 involucri di marijuana e 515 euro in contanti. Poca roba se non fosse che, approfondendo le indagini, venne poi scoperto che in un casolare, che si è rivelato in seguito essere il deposito dei due ragazzi, erano stati trovati altri 100 grammi di droga e un bilancino. Analizzando il traffico telefonico dei due pusher, gli inquirenti vennero a conoscenza che il giro di clienti, tutti molto giovani e alcuni minorenni, era ampio: da San Biagio a Monastier ma anche Roncade e Treviso.