Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO "Ma ci sono anche sempre più imprese che non pagano altre imprese"

"PIÙ CONVENIENTI GLI STROZZINI DI PAGARE MULTE E INTERESSI"

Luca Zaia provoca banche ed enti di riscossione sui suicidi


TREVISO - “Oggi è più conveniente rivolgersi agli strozzini, che pagare le multe”. Per il presidente della Regione, Luca Zaia, certi metodi di banche ed enti di riscossione non sono poi tanto diverse da quelli degli usurai. Con le immaginabili conseguenze nella catena apparentemente infinita di suicidi di piccoli imprenditori in Veneto.

La piaga di artigiani e commercianti che decidono di farla finita, secondo il governatore, deve essere risolta anche con una maggiore efficienza della macchina pubblica e una riduzione della tassazione.

Ma Zaia, oltre ai vincoli del patto di stabilità sulle amministrazioni locali, attacca pure un altro malcostume in Veneto: quello delle imprese che non saldano le altre imprese fornitrici.



Galleria fotograficaGalleria fotografica