Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ex calciatore in aula accusato anche di ingiurie, molestie e falso in atto privato

MINACCE DI MORTE ALL'EX SOCIO IN AFFARI, CONTINUA LA BATTAGLIA

L'imputato si difende: "In questa vicenda sono io il danneggiato"


SAN BIAGIO DI CALLALTA – (gp) Si concluderà il prossimo 10 giugno la battaglia legale tra i due ex soci di un'azienda che si occupava di raccogliere pubblicità da stampare sul retro degli scontrini fiscali. Alla sbarra, con le accuse di minacce, ingiurie, molestie e falso in atto privato, un ex calciatore il quale, stando alle accuse, nell'autunno del 2010 avrebbe iniziato a spedire messaggi minacciosi all'ex socio non volendo che continuasse un'attività in proprio nello stesso settore. In più la Procura gli contesta anche di aver “escluso” il socio dall’utilizzo del sito aziendale cambiandone le chiavi d’accesso. Per riuscirci avrebbe inviato al gestore del server (Aruba) una copia della carta d’identità del socio prendendola da una serie di documenti aziendali. Il legale dell'imputato, già nella precedente udienza, aveva ridimensionato la vicenda dei messaggi inquadrandola come un “momento di debolezza”, e respinto su tutta la linea quella del sito aziendale sostenendo che non si trattava di un sito personale ma di quello della società.