Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Fuoriserie fatte arrivare in Italia e rivendute a prezzo di favore ai concessionari

INTERMEDIARIO D'AUTO DA SOGNO: EVASIONE DI OLTRE 3,7 MILIONI

Denunciata 33enne di Castelcucco, scoperta dalla Guardia di Finanza


CASTELCUCCO - Auto da sogno, Bmw, Mercedes, Audi, Bentley, Porsche e Ferrari fatte arrivare da Austria e Germania, immatricolate e poi rivendute a concessionarie e società di leasing senza dichiarare un euro al Fisco. Era questa la frode architettata da una 32enne di Castelcucco: la donna, un'intermediaria già finita nei guai pochi anni or sono, avrebbe evaso dal 2008 al 2010 una somma di almeno 3,7 milioni di euro e omesso di versare 600mila euro di Iva con la classica "frode carosello". In questo modo le vetture venivano vendute a prezzi più bassi rispetto alla concorrenza. A scoprire la truffa al Fisco sono stati gli uomini della Guardia di Finanza di Castelfranco del comandante Barbara Femminilli. Le fiamme gialle hanno denunciato alla Procura l'imprenditrice per omessa dichiarazione e distruzione di scritture contabili. Non semplice il lavoro degli investigatori che sono partiti dai numeri di telaio di alcune fuoriserie immatricolate per arrivare ai venditori esteri e quindi alla mediatrice che avrebbe, nel corso degli anni, venduto almeno una cinquantina di vetture a prezzo di favore. La 32enne solitamente si procacciava i clienti attraverso internet o con il classico "passa parola". Complici del “sistema” architettato dalla donna anche tre concessionari della Castellana che lei riforniva e che rischiano ora di finire iscritti nel registro degli indagati.