Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il gruppo di Ponzano: "Via libera al piano di traformazione"

FIRMATO UN PRIMO ACCORDO AZIENDA - SINDACATI ALLA BENETTON

Prioritą ai contratti di solidarietą, cigs per una minoranza di addetti


TREVISO - Firmato l'accordo tra Benetton e i sindacati. In serata i dirigenti del gruppo e i rappresentanti sindacali dei lavoratori hanno raggiunto un'intesa di massima sui possibili strumenti, dopo l'annuncio di 206 (in origine 228) esuberi all'interno dell'azienda di abbigliamento. Da un lato, parte il piano di trasformazione messo a punto dalla società, dall'altro si punta a ridurre al minimo l'impatto del riassetto sull'occupazione. Il possibile accordo di programma è stato presentato durante le assemblee (molto partecipate), ottenendo il via libera dei lavoratori. La soluzione prioritaria è quella dei contratti di solidarietà, mentre solo per una quota minoritaria di addetti potrebbe essere richiesta la cassa integrazione straordinaria (24 mesi). Inoltre si guarda a mobilità interna, formazione, percorsi di ricollocazione, incentivi all'esodo per volontari e pensionandi. I numeri di quanti e quali lavoratori saranno interessati e i tempi di applicazione, saranno oggetto di prossimi incontri, anche in sede ministeriale. già nel precedente vertice era stato riniviato il blocco delle commesse ai laboratori contoterzisti, per dar modo alle imprese di trovare altri committenti o adeguare il proprio prodotto alle rinnovate esigenze del gruppo.