Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, sequestrati video e foto che inneggiano alla Jihad e alle stragi di cristiani

CELLULA DI AL QAIDA NELLA MARCA QUATTRO MAROCCHINI INDAGATI

Perquisizioni della Digos a Montebelluna, Resana e Riese Pio X


TREVISO - Una vasta operazione per contrastare il terrorismo islamico, condotta dalla Procura distrettuale di Venezia, ha portato ad una decina di perquisizioni nella Marca nei confronti di altrettanti cittadini marocchini che vivono in Pedemontana ed in particolare tra Montebelluna, Resana e Riese Pio X. Proprio nella nostra provincia, secondo gli investigatori, sarebbe attiva una cellula dormiente di Al Qaida. Quattro le persone indagate, tre 30enni ed un 21enne programmatore elettronico, quello che è considerato il capo dell'organizzazione: nella sua abitazione gli agenti della Digos di Venezia hanno rinvenuto documenti che inneggiano alla guerra santa. Sequestrato in particolare un computer in cui erano presenti video e immagini che immortalano recenti stragi di cristiani. Ad incastrare gli estremisti salafiti ci sarebbe anche un profilo facebook in cui si inneggiava all'annientamento di cristianesimo ed ebraismo ed alcune intercettazioni telefoniche.

Galleria fotograficaGalleria fotografica