Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEONOTIZIA sorpresi a spartirsi merce che dovevano trasportare

CORRIERI ESPRESSO INFEDELI RUBAVANO VESTITI DELLA REPLAY

Nei guai due padroncini, un 23enne di Marcon ed un moldavo di 27 anni


CASALE SUL SILE - Erano incaricati di trasportare scatoloni di magliette, cinture, giubbotti e borse dalla sede della Replay, a Trevignano, fino al magazzino del corriere espresso per cui lavoravano, nella zona di Casale sul Sile. Prima di arrivare a destinazione però hanno fatto sparire circa 60 capi d'abbigliamento per un valore di almeno 10mila euro che poi avrebbero rivenduto probabilmente on line. Il piano architettato da un 23enne di Marcon ed un moldavo di 27 anni, due dipendenti esterni del corriere espresso, è però fallito miseramente. I giovani sono stati sorpresi nella serata di martedì dai carabinieri di Mogliano nei pressi del cimitero di Bonisiolo mentre si stavano spartendo il bottino: quando hanno visto i lampeggianti hanno anche tentato inutilmente di fuggire ma sono stati subito bloccati. Per entrambi scatterà una denuncia per appropriazione indebita in concorso. All'interno delle loro abitazioni trovati altri capi d'abbigliamento, tutti etichettati e di dubbia provenienza. La vicenda ha portato subito ad aprire un'indagine da parte dei carabinieri. Certamente i due giovani non erano i soli a "fare la cresta" sul materiale da trasportare. "Non escludiamo ci siano altri dipendenti coinvolti": ha detto a chiare lettere il comandante dei carabinieri di Treviso, Claudio Papagno.

Galleria fotograficaGalleria fotografica