Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, ultima folle moda tra i ragazzi, indaga la polizia ferroviaria

"PROVA DI CORAGGIO", SFIDANO I TRENI IN CORSA SUI BINARI

Due episodi ad Oderzo ed Istrana, quattro giovani saranno denunciati


TREVISO - Un gioco folle, sconsiderato e che poteva costare loro la vita. Una sorta di moda che si sta pericolosamente diffondendo tra i giovani: stare in piedi o seduti sui binari in attesa dell'arrivo del treno per poi scostarsi, all'ultimo istante. Una stupida prova di coraggio, una sfida tra amici. Due gli inquietanti episodi di questo tipo avvenuti in provincia di Treviso nelle ultime settimane e su cui sta indagando da qualche settimana la polizia ferroviaria di Treviso: per tutti i giovani coinvolti, quattro finora quelli identificati, scatterà una denuncia per interruzione di pubblico servizio. Il 28 febbraio ad Oderzo tre studenti tra i 18 ed i 20 anni si piazzarono sulla linea ferroviaria e si scostarono solo all'ultimo istante, al sopraggiungere del treno. Il 16 marzo altro caso, questa volta ad Istrana. Un ragazzo appena maggiorenne, con altri tre amici, si sistemò sui binari, si scostò e poi torno' sulla linea. Il macchinista che viaggiava a circa 100 km/h riuscì a rallentare per tempo e transitando lentamente nei pressi dei ragazzi li osservò: la sua testimonianza sarà ora fondamentale per identificarli. Sabato scorso a Mestre, nei pressi della stazione dell'ospedale, si è verificato un caso molto simile con protagonista un altro giovane che è scappato a gambe levate non appena il treno si è fermato, per evitare il tragico impatto.