Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, ultima folle moda tra i ragazzi, indaga la polizia ferroviaria

"PROVA DI CORAGGIO", SFIDANO I TRENI IN CORSA SUI BINARI

Due episodi ad Oderzo ed Istrana, quattro giovani saranno denunciati


TREVISO - Un gioco folle, sconsiderato e che poteva costare loro la vita. Una sorta di moda che si sta pericolosamente diffondendo tra i giovani: stare in piedi o seduti sui binari in attesa dell'arrivo del treno per poi scostarsi, all'ultimo istante. Una stupida prova di coraggio, una sfida tra amici. Due gli inquietanti episodi di questo tipo avvenuti in provincia di Treviso nelle ultime settimane e su cui sta indagando da qualche settimana la polizia ferroviaria di Treviso: per tutti i giovani coinvolti, quattro finora quelli identificati, scatterà una denuncia per interruzione di pubblico servizio. Il 28 febbraio ad Oderzo tre studenti tra i 18 ed i 20 anni si piazzarono sulla linea ferroviaria e si scostarono solo all'ultimo istante, al sopraggiungere del treno. Il 16 marzo altro caso, questa volta ad Istrana. Un ragazzo appena maggiorenne, con altri tre amici, si sistemò sui binari, si scostò e poi torno' sulla linea. Il macchinista che viaggiava a circa 100 km/h riuscì a rallentare per tempo e transitando lentamente nei pressi dei ragazzi li osservò: la sua testimonianza sarà ora fondamentale per identificarli. Sabato scorso a Mestre, nei pressi della stazione dell'ospedale, si è verificato un caso molto simile con protagonista un altro giovane che è scappato a gambe levate non appena il treno si è fermato, per evitare il tragico impatto.