Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alla sbarra un 39enne di Ponte di Piave: avrebbe molestato una 30enne di Mestre

ATTI OSCENI IN LUOGO PUBBLICO: INFLITTI 3 MESI ALL'ESIBIZIONISTA

La "proposta indecente" mentre lei stava facendo jogging a Oderzo


PONTE DI PIAVE – (gp) Tre mesi di condanna per l'esibizionista di Ponte di Piave. Alla sbarra per atti osceni in luogo pubblico era finito un 39enne, reo secondo gli inquirenti di essere l'autore della proposta indecente avanzata nei confronti di una giovane che stava facendo jogging in via Gorgazzo a Oderzo. L'uomo, assistito dall’avvocato Giorgio Pietramala, il 24 febbraio 2009 si sarebbe "esibito" di fronte alla ragazza mostrando le proprie parti intime. Da quanto sostenuto dal pm Giovanni Valmassoi, titolare delle indagini, il 39enne si sarebbe avvicinato alla giovane, una 30enne originaria Mestre, mentre si trovava al volante della propria Fiat Punto. Prima di tentare l'approccio però, secondo l'accusa, si sarebbe preparato togliendosi i pantaloni e abbassandosi le mutande. Giunto all’altezza della donna, che stava tranquillamente facendo jogging, l’imputato avrebbe fermato la vettura e abbassato il finestrino. Richiamando l'attenzione della podista avrebbe poi esibito le proprie nudità avanzando la proposta indecente: " Vuoi giocare con lui?". Facendo riferimento alle proprie parti intime sarebbero state queste le parole pronunciate dall'uomo, secondo quanto riferito dalla giovane nella denuncia. Allibita da quanto stava accadendo, la ragazza ha prontamente reagito a quelle avance: prima ha messo in fuga l’esibizionista e subito dopo ha raggiunto il comando dei carabinieri presentando denuncia nei confronti di quello che riteneva un maniaco sessuale. Nonostante quanto accaduto, la vittima ha comunque scelto di non costituirsi parte civile al processo.