Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La pallavolista trevigiana, classe 80, ha lasciato l'ospedale Niguarda di Milano

SARA ANZANELLO È STATA DIMESSA: HA VINTO LA SUA PARTITA PIÙ DURA

L'atleta aveva subìto un trapianto di fegato per una grave epatite


MILANO – (gp) La notizia che tutti aspettavano è arrivata: Sara Anzanello ha vinto la sua battaglia più difficile. Con un messaggio postato sulla pagina ufficiale Facebook della pallavolista 32enne di Ponte di Piave, lo staff di Sara Anzanello ha reso noto che l'atleta è stata dimessa dall'ospedale Niguarda di Milano dov'era stata ricoverata il 13 marzo scorso in condizioni gravissime per via di una grave forma di epatite contratta per cause ancora oggi sconosciute. “Sara continuerà il periodo di riabilitazione a casa con controlli periodici e frequenti sempre presso l'Ospedale Niguarda – continua il post su Facebook - Il primo passo verso il ritorno alla normalità". La centrale trevigiana, classe 80, campione del mondo nel 2002 e da due stagioni è in forze all'Azerrail Baku, squadra dell'Azerbaijan, era stata sottoposta a tempo di record a un trapianto di fegato. L'intervento era tecnicamente riuscito ma i medici milanesi si erano riservati la prognosi per il delicato decorso post operatorio. Ora tutto sembra essere andato per il meglio, con il ritorno a casa di Sara che ora potrà leggere le migliaia di messaggi di auguri che in queste settimane le hanno lasciato amici e tifosi.