Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Avvisi di garanzia per il dirigente della struttura, a due medici e tre infermieri

ANZIANO MORTO IN CASA DI RIPOSO: SEI INDAGATI PER OMICIDIO COLPOSO

La denuncia delle figlie dell'uomo: sospetta overdose di sedativi


CONEGLIANO – (gp) Sei indagati per la morte di Renato Zanin, l'86enne deceduto nella casa di riposo “Opera Immacolata di Lourdes” di Conegliano, gestita dalla Fondaziona Santa Augusta onlus. L'ipotesi di reato è di omicidio colposo e i sei avvisi di garanzia sono stati notificati al dirigente della struttura oltre a due medici e tre infermieri che assistevano l'anziano. Si tratta di un atto dovuto a tutela delle stesse persone sottoposte a indagine che ha l'obiettivo di chiarire quanto accaduto e punire eventuali responsabilità nel momento in cui fossero riscontrate dalla Procura di Treviso. Una prima risposta verrà dall'autopsia, disposta dal sostituto procuratore Gabriella Cama e affidata alla dottoressa Silvia Tambuscio, medico legale di Padova, i cui risultati definitivi verranno depositati nelle prossime settimane, anche se qualche dettaglio sulla causa del decesso potrebbe essere noto già tra qualche giorno. A far scattare l'inchiesta sono state le figlie dell'anziano che hanno presentato una denuncia al Commissariato di Conegliano. Stando a quanto raccontato dalle donne alla polizia, giovedì scorso facendo visita a loro padre lo avrebbero trovato intontito e poco lucido, notando poi che gli sarebbero stati somministrati dei sedativi. Sospetto che pare fondato visto che dopo aver trasportato l'86enne al Pronto Soccorso i medici avrebbero confermato la somministrazione del sedativo e avrebbero indicato di abbassarne il dosaggio. La stessa sera, per fare il bagno all'anziano in modo più agevole, sembra che nella casa di riposo gli sia stato somministrato dell'altro sedativo e il giorno successivo Renato Zanin è venuto a mancare. Che ci sia un nesso tra il decesso e la dose di sedativo somministrato (anche questa circostanza rimane da verificare) lo dovrà stabilire la magistratura.