Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEONOTIZIA sgominata gang albanese, il "deposito" era a Paese a casa del boss

SPACCIO DI COCAINA, ARRESTATO IL FRATELLO DEL SINDACO DI CASALE

Vasta operazione della squadra mobile, 13 persone in manette


TREVISO - Tredici persone arrestate, 10,5 kg di marijuana e 1,6 kg di cocaina sequestrati e oltre 50mila euro che erano frutto dell'attività di spaccio. Vasta operazione antidroga della sezione narcotici della squadra mobile di Treviso che ha sgominato una banda albanese specializzata nello smercio di cocaina tra Veneto, Emilia, Lombardia e Toscana. Capofila dell'organizzazione, composta quasi interamente da persone che erano parenti tra loro e tutti incensurati, è un gommista 45enne, Mark Mitia: nella sua abitazione di Paese la polizia ha scoperto il deposito della cocaina che veniva nascosta in una buca del giardino e poi smistata. In manette sono finiti anche i suoi fratelli Ndre, 48 anni e anche lui gommista, e Petrit, 38 anni ed operaio in una vetreria. L'unico italiano coinvolto nell'inchiesta è un 34enne, Andrea Giuliato, fratello del sindaco di Casale sul Sile, Stefano. Giuliato è finito in carcere lo scorso 26 aprile ed ora si trova ai domiciliari: era legato ad un altro pusher, Anton Jaku, 29 anni e residente a Marcon che è stato a sua volta arrestato. Nell'ambito dell'operazione della squadra mobile, coordinata dal dirigente Enrico Biasutti e dal pm De Lorenzi, è finito in manette anche Edmondi Gjini, 36 anni: il balcanico, pluripregiudicato e latitante, è considerato il vero e proprio "ras" della prostituzione tra le province di Treviso e Venezia. Le manette per lui erano scattate a fine gennaio quando il balcanico raggiunse in gran segreto Preganziol; avrebbe dovuto prendere parte ad una sorta di vertice con gli altri sodali dell'organizzazione. L'indagine della squadra mobile che ha portato in carcere anche tre pusher gravitanti nell'area trentina, era partita dalla cattura di due giovani fidanzati albanesi che erano stati pizzicati a Lancenigo, nel dicembre scorso, mentre trasportavano un carico di 10 kg di marijuana e cocaina: Andrea Giuliato, secondo gli investigatori, si riforniva da loro.

Galleria fotograficaGalleria fotografica