Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Per l'accusa la donna, in quindici occasioni, avrebbe malmenato tre bimbi disabili

"NOSTRA FAMIGLIA": EDUCATRICE A PROCESSO PER MALTRATTAMENTI

A dicembre verranno proiettati in aula i video delle presunte violenze


TREVISO - (gp) Al via il processo all'educatrice 36enne di Oderzo accusata di maltrattamenti aggravati ai danni di tre bambini portatori di handicap all'interno della “Nostra Famiglia” di via Ellero. La donna è stata messa faccia a faccia con la tirocinante, un'operatrice socio sanitaria 42enne, dalle cui dichiarazioni era partita l'indagine nell'estate 2009. In più, su richiesta del pm è stato disposto che nel corso della prossima udienza vengano proiettati in aula i filmati registrati dalla telecamera nascosta nel refettorio della struttura che avrebbero immortalato i presunti abusi. Quindici in tutto gli episodi incriminati, ora agli atti tramite un dvd dei carabinieri che hanno svolto le indagini. Inizialmente nel mirino degli inquirenti erano finite due educatrici con tanto di scambio di persona, che aveva prima portato a essere indagata una 35enne di Paese, risultata poi estranea ai fatti in quanto somigliante all'effettiva seconda indagata, una 25enne di Mogliano Veneto la cui posizione però è stata archiviata già in fase d'indagine. L'attenzione della Procura si era fermata soltanto sulla Parravicini, che ha sempre contestato le accuse e ha pure rifiutato il patteggiamento preferendo dimostrare la propria innocenza a processo. L'educatrice, difesa dagli avvocati Paolo De Girolami e Paolo Ferri, ha sempre sostenuto che il suo operato rientra in un quadro puramente educativo e non violento, come dimostra il fatto che nessun bimbo ha mai riportato lesioni e nessuno dei genitori ha mai sporto denuncia.