Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEONOTIZIA Il nuovo procuratore capo analizza i problemi del tribunale

MICHELE DALLA COSTA: "TREVISO È UNA REALTÀ IN SOFFERENZA"

"L'obiettivo è organizzare l'ufficio per renderlo sempre più efficiente"


TREVISO – (gp) “Devo ancora ambientarmi e servirà un periodo di ricognizione per capire lo stato dell'ufficio, ma di certo Treviso vive in una situazione di sofferenza”. Sono le prime parole del nuovo procuratore capo di Treviso Michele Dalla Costa che da una settimana si è trasferito al terzo piano del palazzo di giustizia di via Verdi. La sua carriera di magistrato, dopo aver guidato per 4 anni la Procura di Trieste e la Distrettuale Antimafia del Friuli, continua nella Marca dove ha intenzione di cambiare le cose dove si verificheranno criticità da risolvere. “Rendiamo un servizio ai cittadini – ha dichiarato Dalla Costa – e l'organizzazione dell'ufficio ha come primo obiettivo quello di rendere questo servizio il più efficiente possibile. La Procura non è né un centro assistenziale né di consulenza, ma deve dare risposte alle domande e alle necessità della popolazione”. Un primo problema da affrontare per il nuovo capo della Procura è quello dell'accorpamento delle sedi distaccate e la richiesta di spazi, ma anche sopperire alle esigenze di organico che a Treviso continuano ad essere, soprattutto per quanto riguarda il personale amministrativo, molto rilevanti visti i carichi di lavoro da smaltire.


Galleria fotograficaGalleria fotografica