Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Un 43enne nigeriano ha patteggiato per il reato di maltrattamenti in famiglia

PICCHIA MOGLIE E FIGLI: DUE ANNI AL PADRE-PADRONE DI PREGANZIOL

Era stato arrestato nel febbraio scorso su ordine del gip di Treviso


PREGANZIOL – (gp) Ha patteggiato due anni di reclusione, ottenendo la sospensione condizionale della pena, il padre-padrone di Preganziol che secondo l'accusa avrebbe malmenato con calci e pugni la moglie e i due figli minorenni. L'uomo, un 43enne nigeriano difeso dall'avvocato Alessandra Nava, avrebbe anche vietato ai familiari di utilizzare alcune stanze della casa e perfino il divano che era per loro assolutamente off limits, come del resto la televisione. Anni di violenze fisiche e psicologiche su cui i carabinieri di Mogliano stavano indagando da tempo e che nel febbraio scorso avevano portato all'arresto del 43enne. Gli accertamenti effettuati dalla polizia giudiziaria avrebbero documentato le violenze di cui l'uomo si sarebbe reso responsabile fin dal 2009 quando i carabinieri, su segnalazione di alcuni vicini, intervennero dopo una furibonda sfuriata dell'africano. Episodi ripetuti per i quali il 43enne ha cercato e ottenuto un accordo con gli inquirenti patteggiando la pena.