Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Al ballottaggio, leggero vantaggio del candidato del centrosinistra

TESTA A TESTA MANILDO-GENTY PER LE PROSSIME COMUNALI

L'esito di un sondaggio Swg commissionato dai Democratici


TREVISO - Un testa a testa tra Giovanni Manildo e Giancarlo Gentilini. Con una lieve predominanza del candidato del centrosinistra al ballottaggio. E' lo scenario delle ormai imminenti elezioni comunali disegnato dalla prestigiosa società specializzata Swg, in un sondaggio commissionato dal Pd. Nelle interviste ad un campione di 700 persone, emerge innanzitutto la voglia di cambiamento, con il 58 per cento che ritiene peggiorata la qualità della vita a Treviso rispetto a cinque anni fa ed il 54 che boccia l'operato del sindaco. Quanto alle previsioni sul risultato delle urne, però, la situazione appare ancora incerta. Manildo gode di un notevole favore personale: dichiara di avere fiducia in lui il 76% degli intervistati, contro il 61 di Massimo Zanetti, il 45 di Genty e Alessandro Gnocchi, candidato del Movimento 5 Stelle. Il 37% degli elettori, però, voterebbe la coalizione Treviso bene comune che sostiene Manildo, mentre Lega e Pdl si fermano due punti sotto. I grillini strappano il 15%, la squadra di Zanetti il 9,5, le liste di Beppe Mauro il 2, Indipendenza Veneta l'1,5. L'effetto “Gentilini” si fa sentire nel voto ai singoli candidati sindaci: Manildo e lo Sceriffo, sono appaiati, con una percentuali di consensi oscillante tra il 36 e il 40% a testa, con Gnocchi tra l'8 e il 13 e Zanetti poco più indietro. Si profila, dunque, un ballottaggio tra l'avvocato, consigliere comunale del Pd, e il vicesindaco uscente. Come finirebbe? Secondo il sondaggio Swg, Manildo è leggermente in testa, con il 39-43% delle preferenze, mentre Gentilini è accreditato di un valore tra il 35-39%. Da considerare, inoltre, un 14-18% di elettori che, con questi nomi, non ritornerebbe alle urne. Più netto il margine, invece, se la sfida finale fosse contro il candidato del Grillini: Manildo recupererebbe voti dalle liste di centro oggi in altri schieramenti, portandosi sul 47-51% contro il 23-27 dell'avversario.