Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Oderzo, spariti mille euro: sono stati spesi probabilmente in eroina

IN PROVA COME PARRUCCHIERE RUBA IL PORTAFOGLI ALLA TITOLARE

Un 20enne veneziano denunciato per furto dai carabinieri


ODERZO - Era stato assunto in prova presso un negozio di parrucchiera ad Oderzo ma ha pensato bene di derubare la sua stessa datrice di lavoro del portafogli, con all'interno mille euro. Il “dipendente infedele”, scoperto dopo le indagini effettuate dai carabinieri della Tenenza, è un ragazzo veneziano di appena 20 anni. Il furto subito dalla parrucchiera risale a qualche giorno fa quando, dallo sgabuzzino del negozio, sparì misteriosamente il portafogli. Ad insospettire la donna e gli stessi investigatori è stata la totale assenza di tracce di scasso sulla porta. Non è stato difficile per gli investigatori incastrare il ragazzo: il portafogli della sua datrice di lavoro è stato ritrovato qualche giorno dopo il furto a Mestre, ovviamente vuoto. Il giovane, sottoposto ad una perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 240 euro in contanti, 3 siringhe e di alcune bustine sporche di piccoli residui di eroina, acquistata probabilmente proprio a Mestre. Il 20enne, messo alle strette, ha ammesso le sue responsabilità e per lui è scattata una denuncia per furto, oltre all'immediato licenziamento e ad una segnalazione alla Prefettura come assuntore di sostanze stupefacenti.