Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Secondo la Cgia di Mestre, solo altri tre capoluoghi hanno fatto altrettanto

TREVISO, STANGATA IMU: AUMENTI SU SECONDE CASE E CAPANNONI

L'aliquota da 0,83 a 0,87% sugli immobili non abitazione principale


TREVISO - Treviso ai vertici della classifica dell'Imu. Venerdì dovrebbe arrivare il decreto con cui il governo stabilirà di sospendere la prima scadenza dell'imposta sugli immobili prevista per il prossimo 16 giugno. In attesa di capire se si tratterà di un rinvio o di un'abolizione, molte amministrazioni hanno deliberato le nuove aliquote per il 2013. A fare due conti è la Cgia di Mestre: finora solo 35 capoluoghi di provincia italiani su 109 però hanno comunicato i parametri aggiornati al ministero dell'Economia. Per i trevigiani di profila una stanga: se, infatti, le gli indicatori per l'abitazione principale è rimasta invariata, Treviso è uno dei quattro comuni capolugo che ha ritoccato tutte le aliquote relative agli altri fabbricati: sia per le seconde case, sia per i capannoni artigianali, sia per quelli industriali il parametro è stato incrementato dallo 0,83 del 2012 allo 0,87 per cento valido per l'anno in corso.

Secondo l'associazione degli artigiani, un Comune su tre, tra quelli che finora hanno ufficializzato le nuove quote, uno su tre ha operato dei rincari. Solo quattro (Brescia, Cagliari, Pavia e Pesaro) hanno ritoccato al ribasso le percentuali sulle seconde case e uno solo, Carbonia, in Sardegna, ha diminuito quelle sui fabbricati produttivi.

“Nonostante il numero dei Comuni che ha deliberato e inviato alle Finanze i propri dati sia ancora esiguo – segnala Giuseppe Bortolussi segretario della Cgia - la tendenza appare abbastanza chiara. La stragrande maggioranza dei sindaci ha deciso di confermare le scelte prese l’anno scorso. Chi invece ha deliberato l’aumento per il 2013 ha inasprito il carico fiscale prevalentemente sulle seconde case o sui capannoni”.