Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'80enne castellano condannato anche a un risarcimento di 330 mila euro

ABUSI SU TRE BABY CALCIATORI: SETTE ANNI AL MASSAGGIATORE

Le presunte violenze a Croce d'Aune, nei ritiri precampionato


BELLUNO – (gp) Sette anni e 330 mila euro di risarcimento alle parti civili. Questa la pesantissima condanna inflitta al “massaggiatore orco” di Castelfranco Veneto. Assecondando le richieste del pm bellunese Roberta Gallega, i giudici hanno respinto la richiesta della difesa dell'80enne, rappresentata dall'avvocato Luigi Fadalti, che venisse riconosciuta la seminfermità mentale dell'imputato. Circostanza su cui si baserà il ricorso in appello che la difesa ha già annunciato. Stando a quanto sostenuto dalla Procura di Belluno, e ribadito dalle tre giovani vittime sentite nel corso della precedente udienza che avevano confermato le accuse, l'uomo avrebbe abusato sessualmente di loro in tre distinti episodi, con le medesime modalità, avvenuti nel corso di alcuni ritiri precampionato in una casa di Croce D'aune, poco sopra Feltre, di proprietà dell'80enne che faceva appunto da massaggiatore ai piccoli allievi di due società di calcio della castellana. Le vittime delle presunte violenze hanno tutte più di 14 anni e, secondo la difesa, sembra difficile che non fossero consapevoli di quanto stava accadendo. In altre parole pare che i tre ragazzi non siano stati per nulla costretti a subire atti sessuali, circostanza che l'avvocato Fadalti tenterà di dimostrare anche in appello.