Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/243: IN AUSTRALIA LA COPPA DEL MONDO A SQUADRE

Vince il Belgio, sesta la coppia azzurra Pavan - Paratore


MELBOURNE - Ancora nel clamore del trionfo di Francesco Molinari alla Race To Dubai, i giocatori azzurri sono chiamati a un altro importante appuntamento. A Melbourne, si gioca la 59ª edizione della Isps Handa Melbourne World Cup of Golf, la Coppa del Mondo a squadre che ha luogo al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/242: SENZA SOSTA, L'EUROPEAN TOUR RIPARTE DA HONG KONG

La prima tappa della nuova stagione all'anglo-indiano Aaron Rai


HONG KONG - Ancora in aria il fragore per il successo di Francesco Molinari, l’European Tour riparte subito per la nuova stagione 2019, come di consueto in anticipo sull’anno solare. Riprende appena una settimana dopo la conclusione del precedente torneo a Dubai, dove Francesco Molinari...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/241: MOLINARI NUMERO UNO IN EUROPA

A Dubai conclusa la stagione del circuito continentale


DUBAI - Sul percorso dello Jumeirah Golf Estates, a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, si gioca l’ultima gara stagionale, il DP World Tour Championship, che va a concludere la “Race to Dubai”, con un montepremi di otto milioni di dollari. Sono ammessi i primi sessanta della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Dal fluxus all'azionismo viennese, azioni artistiche e provocazioni in 40 opere

PERFORMING ART. IL CORPO E LA FOTOGRAFIA NELLE AVANGUARDIE DEGLI ANNI '60-'70

L'inaugurazione della mostra sabato 18 maggio a Ca' dei Ricchi


TREVISO - Il corpo che si libera dalle restrizioni sociali per diventare espressione artistica. Critica e sovversiva. Sabato 18 maggio a Ca' dei Ricchi inaugura la mostra fotografica “Performing Art, Il corpo e la fotografia nelle avanguardie degli anni '60-'70”che verrà ospitata fino al 23 giugno . La mostra, organizzata da TRA Treviso Ricerca Arte in collaborazione con la Galleria l'Elefante di Treviso, raccoglie la documentazione fotografica di una quarantina di azioni performative e happening artistici che dagli anni '60 diventano per molte avanguardie, dal Fluxus all'Azionismo viennese, una nuova forma di linguaggio artistico che, attraverso provocazioni più o meno forti, mette in comunicazione diretta l'artista e il pubblico. Dalla teatralizzazione della performance a veri e propri rituali pagani e prove di resistenza, dove il fisico viene messo alla prova per esternare la verità intima del dolore e delle angosce, o stigmatizzare pratiche conformistiche, sistemi di credenze e rigidità sociali.

Le opere, quasi tutte provenienti da collezioni private del territorio, presentano ventuno artisti internazionali, tra cui spiccano i nomi di Gina Pane, Hermann Nitsch e Marina Abramovic, diventati ormai simboli della performing art.

 

In occasione della mostra verranno organizzate performance e incontri con artisti contemporanei.

Mercoledì 22 maggio, alle ore 20.45, è previsto l'incontro con l'artista inglese David Tramlett che presenterà, tra l'altro, il progetto che sta portando a Venezia in concomitanza con la Biennale.

 

A introdurci la mostra, il curatore Valerio Deho'.

 

Per info www.trevisoricercaarte.it




Galleria fotograficaGalleria fotografica