Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Gorgo, intervengono i carabinieri di Oderzo, sotto choc e ferito il titolare 38enne

OPERAIO SENEGALESE AGGREDISCE IL DATORE DI LAVORO, ARRESTATO

In cella un senegalese di 50 anni, paura alla Tmp di Navolč


GORGO AL MONTICANO - Ha aggredito il suo datore di lavoro, con un coltello e poi a calci e pugni, e poi picchiato un altro operaio: poi ha lasciato la fabbrica ed è tornato a casa dove i carabinieri lo hanno raggiunto ed arrestato. Un vero e proprio raptus di follia quello di cui si è reso protagonista un operaio senegalese 50enne, residente a Gaiarine. Lo straniero è dipendente da almeno cinque anni della ditta Tmp di Navolè di Gorgo al Monticano, in via Marigonda: stamattina, scopriranno i militari in seguito, aveva portato con sé due coltelli da cucina ed una mannaia. Improvvisamente, mentre si trovava lungo la linea della fabbrica, si è scagliato contro il titolare dell'azienda, un 38enne di Oderzo, Luciano Buoro, cercando di colpirlo con una coltellata ad un fianco. Fortunatamente il coltello si è rotto ma la furia dell'africano non si è fermata: ha preso a calci e pugni il malcapitato. Stessa sorte è toccata anche ad un altro operaio che era intervenuto a difendere il 38enne; quest'ultimo è stato derubato anche del suo telefono cellulare. Il 50enne, letteralmente fuori di sé, ha trafugato altri due telefoni cellulari e si è poi allontanato al volante della sua Alfa 146. Le indagini dei carabinieri della tenenza di Oderzo hanno subito portato alla cattura dello straniero, ora in cella a Santa Bona. Dovrà rispondere di rapina e lesioni. Il 38enne se l'è cavata con 15 giorni di prognosi, con una forte contusione al fianco ed un trauma cranico.