Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

ASCOLTA AUDIO: In cella Gioami Almenari, Donovan Locato e Samuele Bosco

ARRESTATA LA BANDA DEI FURTI D'AUTO: TRE GIOSTRAI IN CARCERE

Cinque colpi in sinistra Piave e un furto con strappo a Francenigo


CONEGLIANO – (gp) A cavallo tra aprile e maggio si sarebbero resi responsabili di 5 furti d'auto e di un furto con strappo. Per questo tre giostrai sono stati arrestati e condotti nel carcere di Santa Bona. Si tratta di Gioami Almenari, 35enne di Nervesa della Battaglia, Donovan Locato, 24enne di Chiarano, e di Samuele Bosco, 39enne di Gorgo al Monticano. I tre, due dei quali con precedenti penali specifici, sono stati raggiunti da un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Umberto Donà ed eseguita dai carabinieri di Conegliano. I militari da giorni stavano seguendo i movimenti dei tre sospettati scoprendo che la loro principale attività sarebbe stata proprio quello di prendere di mira le auto in sosta che venivano sistematicamente rubate. Vetture che secondo gli investigatori sarebbero poi state usate per mettere a segno altri tipi di reati, magari più efferati. Cinque i furti accertati dai carabinieri commessi a Motta di Livenza, Gaiarine, Meduna di Livenza, Salgareda e San Stino di Livenza. I tre giostrai avrebbero preso di mira soprattutto donne e in un caso anche un parroco, prediligendo pure i parcheggi dei cimiteri come luogo dove mettere in atto i furti. Il caso più eclatante è avvenuto a Francenigo: i tre avrebbero visto una donna prelevare da un bancomat, l'avrebbero seguita e, quando scese dalla vettura per prendere il figlio a scuola lasciando per un attimo la borsa in auto, avrebbero rotto il finestrino e portato via la borsa per un bottino di 1800 euro.


Galleria fotograficaGalleria fotografica