Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Una ventina di ragazzi ha preso possesso dello stabile abbandonato di via Castellana

NUOVO BLITZ DEL COLLETTIVO ZTL: OCCUPATI GLI EX UFFICI DELL'IVA

L'azione dimostrativa ha intenzione di continuare fino alle elezioni


TREVISO – (gp) Nuova azione dei ragazzi del collettivo Ztl. Dopo la caserma Salsa di Santa Maria del Rovere (con tanto di spettacolo finale di Natalino Balasso), l'ex cinema Edison, l'ex Camuzzi e la sede dell'ex Telecom di via Dandolo, è stata occupata la sede degli ex uffici Iva di via Castellana. Un'azione dimostrativa per rilanciare ancora una volta il dibattito sulla mancanza di spazi per i giovani. Il collettivo Ztl avrebbe intenzioni di fermarsi nell'area fino alle elezioni, ripulendola dall'abbandono in cui è lasciata da 10 anni quando venne chiusa dopo un'occupazione del Collettivo Invisibili che ospitò alcuni immigrati. Lo stabile è ora di proprietà di una srl in quota pubblico-privata, e il collettivo Ztl ha aperto le porte abbattendo i mattoni che le muravano. “Vogliamo fare le nostre proposte ai candidati sindaci da qui – hanno dichiarato i rappresentanti del gruppo – Se oggi si parla di spazi sfitti, di problemi del centro e di buchi neri da riempire e solo grazie a noi”. La Digos ha fatto un sopralluogo in mattinata e ora si attendo le reazioni della proprietà. Intanto sono già arrivate le prime dichiarazioni politiche in merito alla nuova occupazione del collettivo Ztl. “Comprendo le istanze dei ragazzi ma ritengo anche che la modalità scelta non sia né la più adeguata né la più efficace. Azioni questo genere producono un inasprimento dei rapporti anche con le istituzioni – ha dichiarato il candidato sindaco di Treviso Bene Comune Giovanni Manildo - mentre il principale obiettivo è quello di lavorare in un clima disteso per dare risposte concrete alle esigenze di ogni cittadino. Ritengo anche che dopo vent'anni di amministrazione leghista possa insinuarsi nei giovani che protestano in questa maniera l'idea che non si possa fare altrimenti. Compito della prossima amministrazione comunale – conclude Manildo - sarà quello di riaprire un dialogo vero e costante con i giovani di questa città”.


Galleria fotograficaGalleria fotografica