Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Una raccolta firme da presentare alla Presidente della Camera Laura Boldrini

PARTE DA TREVISO LA CROCIATA PER UNA LEGGE CONTRO I FEMMINICIDI

L'iniziativa di un coordinamento di donne presso la CNA di Treviso


TREVISO – (gp) Treviso in prima fila per combattere l'emergenza femminicidi, che dall'inizio dell'anno sono già stati 40. Come auspicato di recente dalla presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini, serve una legge per fermare la strage delle donne. E le donne della Marca si stanno già organizzando per sostenerla, al fine di prevenire questi episodi che si stanno rapidamente trasformando in una piaga sociale che allontana l'Italia dalla modernità. Presso la sede della CNA di Treviso, si è riunito per la prima volta un coordinamento di donne, in rappresentanza delle diverse sigle sindacali, datoriali e delle istituzioni (presenti anche la Presidente della Commissione Pari Opportunità Antonella De Giusti e la Consigliera di Parità Stefania Barbieri), per confrontarsi sulla modalità di raccolta firme a sostegno della legge e su altre iniziative da mettere in campo in provincia di Treviso. “I femminicidi vanno prevenuti – spiegano le promotrici - Una legge può aiutare le forze dell’ordine a intervenire per tempo qualora ci siano già stati segnali di violenza di qualunque tipo. Serve soprattutto però un cambio culturale, un avanzamento, un’acquisizione reale e non solo formale della parità tra uomo e donna, oltre alla consapevolezza che i due sessi possono realizzare sé stessi solo alleandosi e non combattendosi. Il femminicidio è una piaga e va contrastata con tutti gli strumenti possibili, a cominciare da quelli educativi e culturali da mettere in campo in ciascun territorio, in ciascuna comunità". È partito dunque da Treviso - dove negli ultimi mesi ci sono stati diversi casi di violenza inaudita contro le donne, da ultimo l’omicidio della giovanissima Denise Morello da parte dell’ex fidanzato – un percorso che porterà a Roma, nell’ufficio della Presidenza della Camera a consegnare le firme raccolte per chiedere subito e a gran voce una legge che fermi questa strage.