Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nel 2013, in 87 casi su 143 raggiunto l'accordo economico con le aziende

BUONUSCITA DOPO IL LICENZIAMENTO, AL TOP UNA MANAGER DONNA

La dirigente ha ottenuto 225mila euro per evitare la causa legale


TREVISO - Oltre un milione e 300 mila euro di “buonuscita” complessiva. E' quanto hanno incassato i lavoratori trevigiani in totale dagli accordi economici con le aziende in seguito ai licenziamenti. La legge Fornero, infatti, in caso di rottura del rapporto di lavoro per motivo oggettivo, prima che il provvedimento venga impugnato davanti al giudice dall'ex dipendente,  prevede che si debba tentare una conciliazione davanti alla Direzione provinciale del lavoro. Nel 2013, finora, sono stati 143 i casi: tra questi, in 87 circostanze si è riusciti a raggiungere una mediazione, con, appunto, il pagamento di un indennizzo al lavoratore. A strappare la cifra più alta, è stata una manager licenziata dalla Cisco System: per non proseguire per le vie legali, ha ricevuto un assegno da 225mila euro. Un funzionario della Ocsa Officine di Crocetta, invece, ha portato a casa 130mila euro. Solo sette persone, comunque, hanno ottenuto più di centomila euro: la media delle transazioni va dai 10 ai 35mila euro.

Dal 18 luglio scorso, cioè da quando è entrata in vigore la riforma Fornero, alla fine dell'anno, le istanze contro il licenziamento sono state 125, di cui 46 conciliate. L'importo complessivo delle liquidazioni è di circa 813mila euro. In quattro casi, invece, la mediazione ha portato al reintegro del soggetto nel posto di lavoro.