Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In nove Comuni della Marca si eleggono sindaco e consiglio

COMUNALI: ECCO COME SI VOTA

Oggi urne aperte dalle 8 alle 22, lunedì dalle 7 alle 15


TREVISO - Sono nove i Comuni al voto nella Marca per la tornata amministrativa del 26 e 27 maggio: Castello di Godego, Istrana, Mareno di Piave, Moriago della Battaglia, Motta di Livenza, Nervesa della Battaglia, San Biagio di Callalta, Treviso, Vedelago. Due hanno oltre 15mila residenti e, dunque, potrebbe essere necessario il ballottaggio (previsto il 9 e il 10 giugno): il capoluogo e Vedelago. Qui, in realtà, dopo l’esclusione di Fabio Ceccato, a causa di irregolarità nella presentazione delle liste, sono solo due i candidati sindaci rimasti in lizza e dunque, tranne che in caso di perfetta parità, il vincitore verrà deciso già al primo turno.

 

Si vota dalle 8 alle 22 di domenica 26 maggio e dalle 7 alle 15 di lunedì 27 maggio.

 

Per votare l’elettore deve recarsi alla sezione in cui è registrato (il numero è indicato nella tessera elettorale) ed esibire un documento di identità e la tessera elettorale.

 

Nei Comuni fino a 5mila residenti, si può esprimere un voto per uno dei candidati sindaci (valido anche per la lista ad esso collegata), tracciando un segno sul relativo contrassegno. Si può anche indicare una preferenza per un candidato consigliere, compreso nella lista collegata al sindaco prescelto, scrivendone il cognome nell’apposita riga.

 

Nei Comuni da 5mila fino a 15mila abitanti, si può esprimere un voto per un candidato sindaco, tracciando un segno sul relativo contrassegno. Da quest’anno la legge consente di esprimere fino a due voti di preferenza per i candidati consiglieri comunali. Se si assegnano due preferenze, però, queste devono essere a favore di due candidati di genere diverso, un uomo e una donna (ovviamente della stessa lista), pena l’annullamento della seconda preferenza.

 

Nei Comuni al di sopra dei 15mila abitanti, l’elettore può esprimere:

un voto per un candidato sindaco, tracciando un segno sul relativo rettangolo: il voto non si trasferisce alle liste collegate

un voto per una delle liste, tracciando un segno sul relativo contrassegno: il voto è valido anche per il candidato sindaco collegato alla lista prescelta

un voto per un candidato sindaco e per una lista a lui collegata, tracciando un segno sul relativo rettangolo e sul relativo contrassegno

un voto per un candidato sindaco e per una lista a lui non collegata (voto disgiunto), tracciando un segno sul relativo rettangolo e sul relativo contrassegno

 

L’elettore può altresì esprimere fino a due preferenze per i candidati consiglieri compresi nella lista prescelta. Nel caso di doppia preferenza, deve trattarsi di un candidato uomo e di un candidato donna, pena l’annullamento della seconda preferenza.