Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, allarme in serata, inseguimento concluso in via Santa Bona nuova

IN FUGA DA POLIZIA E CARABINIERI SI SCHIANTANO CONTRO UN ALBERO

Feriti due giostrai, Massimo Garbin e Petrin Jacopo Iannacone


TREVISO - Dovranno rispondere di resistenza a pubblico ufficiale, minacce e porto abusivo di armi o oggetti atti ad offendere. Questi i reati di cui si sono resi responsabili Massimo Garbin, 30enne montebellunese e Petrin Jacopo Iannacone, ventenne trevigiano, protagonisti domenica sera di una rocambolesca fuga da carabinieri e polizia che si è chiusa nel peggiore dei modi. L'auto su cui viaggiavano i due giostrai, una Lancia Y grigia, si è schiantata contro un albero di via Santa Bona nuova, dopo la Barisella, in direzione di Merlengo. Ad avere la peggio è stato il più giovane dei due, Iannacone: attualmente si trova piantonato presso il reparto di ortopedia del Ca' Foncello con numerose fratture ed una prognosi di almeno 60 giorni. Garbin, con un curriculuum da malvivente incallito alle spalle, se l'è cavata invece a buon mercato e già ieri pomeriggio ha potuto lasciare il nosocomio trevigiano per essere trasferito in carcere in attesa del processo per direttissima. Dagli esami clinici emerge che nel sangue di entrambi erano presenti tracce di cannabinoidi, anfetamine e metadone.

Galleria fotograficaGalleria fotografica