Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Mirano, l'episodio lungo il Passante, indaga la polizia stradale, colpito il parabrezza

TORNA L'INCUBO DEI SASSI DAL CAVALCAVIA

L'Audi A3 di una 22enne di Casier colpita da una sassaiola


MIRANO - Torna l'incubo dei sassi lanciati dal cavalcavia contro le auto in corsa. Nella notte tra mercoledì e giovedì ad essere colpita, mentre percorreva il Passante di Mestre all'altezza di Mirano in direzione di Trieste, l'Audi A3 condotta da una 22enne di Casier che era a bordo del mezzo con altri tre amici. Alcuni sassi, nei pressi del cavalcavia numero 345, hanno colpito il parabrezza provocando una profonda ammaccatura (di circa 40 centimetri) al parabrezza. Fortunatamente l'automobilista, pur scossa, non ha perso il controllo del mezzo ed ha potuto rallentare ed accostare in una vicina zona di sosta. Sull'episodio indaga ora la polizia stradale che visionerà le telecamere della zona per dare un volto ai responsabili: gli investigatori sono certi della dolo.