Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Indagine della polizia postale, perquisite le abitazioni di un 55enne e della compagna

BANDA LARGA "ABUSIVA" SUL COL VISENTIN, DUE DENUNCIATI

Impianto di trasmissione avviato con false licenze svizzere


TREVISO - Avevano installato abusivamente sul monte Visentin, esattamente al confine tra le province di Treviso e Belluno, un impianto per internet a banda larga: per ottenere le autorizzazioni avevano falsificato alcuni documenti. Sono stati denunciati dalla polizia postale di Treviso alla Procura di Belluno un 55enne e la compagna 30enne, entrambi residenti nel bellunese. Gli investigatori hanno scoperto che la documentazione in possesso della coppia per le trasmissioni di tipo radiantistico era completamente falsa. L'antenna da cui sarebbe stato propagato il segnale internet è stato posto ora sotto sequestro. All'inizio del 2013 il ministero dello sviluppo economico aveva sospeso amministrativamente l'uso dell'antenna: la coppia, pur essendone a conoscenza, ha proseguito le emissioni dicendo di aver ovviato con una licenza svizzera valida anche in Italia che è risultata però essere falsa. Del caso si occuperà ora anche il ministero dello sviluppo economico.