Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, salta l'asse con Gentilini che accusa: "Non si mettevano d'accordo"

RETROMARCIA DI ZANETTI: NESSUN ACCORDO PER IL BALLOTTAGGIO

Lista Prima Treviso "orienta l’elettorato verso una autonoma scelta"


TREVISO - Dopo le polemiche di queste ore la lista “Prima Treviso” di Massimo Zanetti ha ufficialmente deciso di smarcarsi definitivamente dal ballottaggio, evitando apparentamenti sia con Giancarlo Gentilini sia con Giovanni Manildo. Nel pomeriggio è stato infatti diffuso un comunicato. “Il Dottor Massimo Zanetti -si legge- di fronte allo scenario creatosi dopo il voto dei giorni scorsi, in linea con le premesse che han sostenuto la nascita della lista “Prima Treviso” e la volontà di offrire alla città l’occasione di un significativo cambiamento, preso atto del responso delle urne e della impossibilità di incidere attraverso un ruolo centrale e determinante nei contenuti e nello stile della futura amministrazione comunale, anche in presenza di eventuali accordi ed apparentamenti, considera definitivamente conclusa questa esperienza elettorale, rinunciando pertanto ad intese fuori dalle logiche che hanno ispirato fin qui il suo agire e la sua proposta politica. Orienta l’elettorato che gli ha accordato fiducia, attraverso un risultato decisamente apprezzabile, verso una autonoma scelta in occasione del prossimo ballottaggio, capace di ben valutare le varie proposte. Auspica tuttavia che la coalizione di centro destra (ambito nel quale da sempre si riconosce) trovi argomenti, figure e voti utili ad orientare un esito politico incerto. Ringrazia pubblicamente quanti all’interno della lista “Prima Treviso” hanno contribuito a dar vita ad un’esperienza elettorale stimolante, le liste collegate che han assicurato il proprio appoggio e tutti coloro che, a vario titolo, l’hanno sostenuta."

Secca la risposta di Giancarlo Gentilini che ha riferito che vi era già un accordo scritto e che la rottura è stata causata da dissidi interni alla lista di Massimo Zanetti.